# Terrorismo

Antiterrorismo: “allarme in Francia a Parigi…”

In Francia, a Parigi, sono in corso investigazioni su possibili “cellule dormienti” pronti ad attivarsi, che hanno collegamenti con la Rete Jihadista siriana ed irachena. Il Ministero iracheno, riferisce di probabili azioni terroristiche che hanno messo in allerta gli agenti dell’antiterrorismo francese, i quali, seguono da mesi “la traccia” di un eventuale collegamento, da parte delle cellule dormienti, con  Mohamed Ouharani, arrestato lo scorso luglio a Parigi. Da un’informativa dell’Intelligence è emerso che Ouharani è «Ammiratore dei metodi di Merah e Nemmouche», quest’ultimi responsabili rispettivamente, degli attentati a Tolosa e al museo ebraico di Bruxelles.

“Tra gli altri jihadisti finiti in mano alla polizia francese, anche Lyes Darani, arrestato a Lille con tutto il materiale pronto per fabbricare una bomba e una lettera di rivendicazione di un attentato, e infine Ibrahim Boudina, fermato nel febbraio scorso in Costa Azzurra con tre lattine piene di un potente esplosivo che avrebbero dovuto seminare il terrore durante il carnevale di Nizza. Secondo gli agenti, l’esplosivo avrebbe avuto la potenza di «svariate granate». Secondo le autorità irachene, le ultime indagini avrebbero preso il via da una serie di intercettazioni eseguite dai servizi a Baghdad «su conversazioni tra membri di queste cellule». Proprio ieri il ministro Cazenueve ha ospitato a Parigi una riunione dei colleghi del G6 (per l’Italia presente il ministro Alfano) sul tema della lotta contro il terrorismo. «È imperativo – ha detto Cazeneuve – che i servizi di polizia si scambino ancora di più le loro informazioni per smantellare le filiere terroristiche».           

Marco Federico. Representante  Institucional de SECINDEF en Italia. Analista del Observatorio contra la Amenaza Terrorista y la Radicalización Yihadista de SECINDEF (Seguridad, Inteligencia y Defensa) Israel-USA International Consulting Counterterrorism. Strategic Information Center – Declaración y lucha contra el crimen organizado global. Analista y Director del sito: www.servizisegreti.com